Omero, i cardinali e gli esuli. Copisti greci di un manoscritto di Stoccarda.

Compártelo:


Sinopsis

Tra il 1461 e il 1462 fu allestito a Roma un sontuoso testimone grecolatino dei poemi omerici, destinato al cardinale francese Jean Jouffroy. Il codice, che si conserva alla Württembergische Landesbibliothek di Stoccarda, ha attratto finora soprattutto le attenzioni degli storici dell´arte, in virtù di una miniatura a piena pagina con scene dalla materia troiana. In questo volume l´Omero di Stoccarda è analizzato per la prima volta sotto il profilo storico e paleografico e sono riconosciute le mani dei suoi quattro copisti greci, esuli fuggiti in Italia di fronte all´avanzare delle armate turche. La loro presenza è individuata in molti manoscritti di varie collezioni europee e di due di loro è svelata l´identità: seguendo il filo della scrittura il lettore è dunque condotto in un viaggio tra Oriente e Occidente, all´ombra del cardinale Bessarione, negli anni immediatamente seguiti alla caduta di Costantinopoli e Mistrà. Il lavoro è arricchito da indici e da un amplio apparato di tavole.David Speranzi si è laureato in Paleografia greca all´Università di Firenze (2003) e ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Scienze del testo e del libro manoscritto presso quella di Cassino e del Lazio Meridionale (2007). Ha pubblicato una nomografia dedicata ai libri e alla scrittura dell´erudito cretese Marco Musuro (Roma 2013) e numerosi saggi su copisti, codici e biblioteche di età umanistica.

Detalles del Libro


ISBN/13: 9788490858325

Num. Páginas: 240

Tamaño: 170 X 240 mm

Año de publicación: 2016

Editorial: Dykinson S.L.

Categoría: HISTORIA

David Speranzi (Autor)

Menciones en prensa y otros enlaces:

No existen menciones para este libro


EBOOKS: